Beato Giuliano Cesarello di Valle d’Istria

Sacerdote e francescano, Giuliano nacque verso l’anno 1300 e morì il 1° maggio 1349 a Valle d’Istria.

Da giovane entrò nell'ordine francescano, nel quale, dopo avere completato lo studio della teologia, fu ordinato sacerdote. Sebbene abbia vissuto in diversi conventi in Istria, egli trascorse la maggior parte della propria vita nel convento di San Michele nei pressi di Valle.

Egli predicava e impartiva i sacramenti nei villaggi e nelle città istriane, ed era noto come uomo che portava la pace tra le persone in conflitto. Quale annunciatore della parola di Dio, egli diffuse il motto francescano “Pace e bene”, e per questo motivo viene raffigurato con un libro e una croce in mano.

Numerosi fedeli venivano da lui nel convento di San Michele e gli chiedevano consigli.

S'iniziò a venerarlo come un santo subito dopo la sua morte, e i cittadini di Valle lo scelsero quale proprio protettore, festeggiandolo tre volte l'anno: in occasione della festa della confraternita, il giorno della traslazione del suo corpo e quello della consacrazione dell'altare.

La splendida chiesa di Valle fu costruita nel 1882, e secondo l'iscrizione incisa su una pietra, è dedicata alla Visitazione della Vergine Maria e al beato Giuliano.